Es.Terni 05 – dal 23 settembre al 3 Ottobre il festival internazionale della creazione contemporanea lascia la parola alla città

Korekanè – Stallo

Chi si ostina fa scandalo/ chi tace spaventa”: queste parole di Alda Merini galleggiano sulla pagina bianca che accoglie i visitatori all’interno del sito web del festival Es.terni. Un festival che, giunto alla sua quinta edizione, sembra volersi spogliare persino della sua veste grafica per lasciare spazio alla libertà del pubblico. Libertà di pensiero, azione, movimento, interpretazione, gioco e riflessione. Un balloon vuoto e grigio, riempito esclusivamente dal numero cinque, funge da logo del festival riassumendone in maniera concisa poetica e scopi. A riempire di parole questo fumetto in potenza non saranno esclusivamente le opere d’arte, ma la relazione comunicativa che verrà ad istaurarsi tra la manifestazione artistica, le strade della città di Terni e la popolazione.

Dal 23 Settembre al 3 Ottobre, infatti, il festival occuperà l’intera città trovando il suo cuore pulsante all’interno del CAOS – Centro Arti Opificio Siri che, inaugurato nel 2009, ospita al suo interno il Museo d’Arte Contemporanea Aurelio De Felice, il Museo Archeologico, la Biblioteca della Arti, il Teatro Sergio Tecci (inaugurato il 22 Maggio) e numerosissimi altri spazi dedicati all’intersezione delle arti.

Questa stessa trasversalità è riflessa dalla programmazione del festival che esplora diversissimi linguaggi espressivi affiancando teatro e danza, musica e arti visive.

Forte l’attenzione posta al teatro italiano: il 25 Settembre Ricci/Forte tornerà in scena con il già acclamato Macadamia Nut Brittle (leggi la recensione), il 28 Settembre sarà la volta di Menoventi in scena con Invisibilmente; Teatro delle Albe presenterà, il 30 Settembre, la lettura/concerto Rosvita mentre, il 3 Ottobre, Zoe Teatro sarà in scena con la nuova produzione dal titolo The Infant.

A rappresentare la coreografia italiana saranno invece Gruppo Nanou con Motel – seconda stanza (2 Ottobre) e Korakanè con Stallo – studio per un anticamera (2-3 Ottobre), evoluzione dello studio presentato all’interno di Santarcangelo 2010.

Tanti gli spettacoli e gli artisti stranieri presenti nel programma. si parte da Antoine Defoort e Julien Fournet che, appena presentati al festival di Avignone, apriranno il festival con lo spettacolo di teatro musicale Cheval (23 Settembre) per arrivare al gruppo belga Irma Firma che, con How To Survive in A City, propone un laboratorio di adattamento e creatività su come sopravvivere in città nutrendosi della sua flora e fauna, di detriti e animali.

Interagiranno direttamente con gli spazi pubblici e le architetture della città la compagnia Cuocolo/Bosetti che con la performance The Secret Room ospiterà dieci spettatori alla volta nell’intimità di una casa (dal 23 Settembre al 3 Ottobre) e i Blast Theory, che dotando il pubblico di tecnologie d’avanguardia e biciclette,  costruiranno un vero e proprio gioco di ruolo dal titolo Rider Spoke (dal 29 Settembre al 2 Ottobre).

A completare Es.Terni, infine, saranno H.E.R.O.I.N, il nuovo progetto live del gruppo Motel Connection (23 Settembre), i laboratori di Fibre Parallele e dell’artista video Isabella Bordoni e le numerose feste che accompagneranno le notti del festival tra cui un Silent party che animerà silenziosamente l’intera città. Il silenzio, d’altronde, appare come il triste destino di Exit, dopo-festival che da sempre ha animato e prolungato le notti di Es.Terni, annullato,quest’anno per la chiusura del Centro Palmetta. Attendendo l’inizio del festival ameremmo riempire il nostro balloon vuoto con il racconto di questo triste evento:

“Palmetta è(ra) un luogo accogliente che ognuno può(teva) decidere di viversi come vuole(va).

Le ordinanze anti-rumore ed anti-bivacco hanno portato a sanzioni amministrative per il Centro Sociale Germinal Cimarelli e per Palmetta, rea quest’ultima di aver organizzato il Festival Nutrimenti, patrocinato dal Comune e finanziato dal Governo e da sponsor privati, in orari comunicati tempestivamente all’ente patrocinante. La sanzione amministrativa e’ stata seguita da un  sopralluogo tecnico che ha evidenziato alcune carenze strutturali per altro note all’amministrazione, proprietaria dell’immobile, da sempre, tali per cui  Palmetta non puo’ essere un luogo di pubblico spettacolo. […] Dal 20 giugno, il giorno prima del solstizio d’estate,  Palmetta non svolge attivita’ per il pubblico. […] Quindi niente EXIT. […] Siamo alle soglie dell’equinozio d’autunno e lo festeggeremo senza Palmetta. Perchè in una stagione intera il sindaco non ha trovato un giorno utile per incontrarci.”

Matteo Antonaci

dal 23 settembre al 5 ottobre 2010
Terni

Per info e programma: www.ternifestival.it