Scena Verticale, Bini e Cerlino al Tropea Teatro Festival dall’11 al 13 agosto

In quest’epoca dell’umanità in cui la luce non è che artificiale, saggia è la scelta del buio, il solo spazio, scuro, dove luce ha ancora un senso. La visibilità nasce dal buio, è la relazione a farcene esperienza. Così il Tropea Teatro Festival ha scelto proprio il buio, luogo dei desideri e insieme delle paure, quindi luogo dell’uomo nel suo complesso, per questa sua nuova edizione sulle sponde del Tirreno, dall’11 al 13 agosto 2010.

Uno dei valori in campo, a giudicare dal programma presentato dalla direzione artistica di Ester Tatangelo, è l’assoluta estraneità dai giochi di potere e di scambio che articolano invece festival molto più quotati, che pur offrendo prodotti di qualità rischiano l’effetto straniante del supermercato dell’arte: prodotti invece di opere. Questo effetto del colore forte che attira, della moltiplicazione dello stesso spettacolo in tanti festival, accade un po’ ovunque ma non sembra accadere qui, dove troviamo pochi spettacoli per pochi giorni, ma dove potremo vedere Fortunato Cerlino con la sua improvvisazione sulle Misure Urgenti, poi forse gli animatori più attivi della vita teatrale calabrese, ossia Saverio La Ruina e Dario De Luca di Scena Verticale, direttori di Primavera dei Teatri a Castrovillari e compagnia di successo, che porteranno qui uno dei loro ultimi lavori, bellissimo: La Borto, fresco Premio Hystrio 2010 alla drammaturgia, con La Ruina solo in scena che porta nel suo abito bianco la voce di tutte le donne di Calabria (leggi la recensione). Poi ci sarà il teatro per bambini de Il buio di Gelatina di Silvia Dubois, ci sarà Alessandro Olla su testi di Gianni Guardigli, autore molto apprezzato, con la prima della performance su testo dal titolo 97hertz e un’altra prima nazionale: Bustric salvato dalle acque, di Sergio Bini, da La Tempesta shakespeariana.

Insomma c’è davvero tanto buio, dove meglio apprezzare la purezza di una luce. E spero davvero che, sulle rive del Tirreno, non sia luce di ponente a far di questo festival e di altri, la solita paura di un tramonto.

Simone Nebbia

dall11 al 13 agosto 2010
Tropea – www.tropeateatrofestival.org