Dal 13 al 18 luglio 2010: Pesce, Rezza e Popolizio al Festival Teatrale Pigneto

Iaia Forte in Molly B. – regia di Carlo Cecchi

Curiosando in questa terza edizione del Festival Teatrale Pigneto diretto da Martino D’Amico e Roberto Valerio, dal 13 al 18 luglio 2010 in Largo R. Pettazzoni nel quartiere omonimo al festival, subito salta agli occhi il sorprendente corpus di spettacoli, mai come quest’anno tendente al teatro che esce dai teatri, mai come quest’anno impostato su un’età media piuttosto avanzata. Dopo aver posto l’attenzione a questo tema in occasione del Premio Lia Lapini per Voci di Fonte a Siena (leggi l’articolo), anche qui ci si trova di fronte a strane e straordinarie presenze, difficilmente rintracciabili in altre piazze e parchi estivi. Almeno negli anni passati. Non che sia un male, soltanto ne annoto la presenza. In realtà la via è doppia: da un lato alcuni nomi di forte richiamo, dall’altro l’impronta quasi assodata del teatro civile. Quindi accanto ad Alessandro Benvenuti che aprirà il festival, a Iaia Forte è il suo monologo Molly B. ispirato a Joyce, con regia di Carlo Cecchi (!), ecco il “solito” Ulderico Pesce e le sue Storie di scorie, oppure l’ennesimo Io di Antonio Rezza e Flavia Mastrella. Poi ci sarà Massimo Popolizio che leggerà Aldo Fabrizi e Giovanna Marini con la new entry in classifica I canti popolari delle mondine…insomma a prima vista una serie di scelte private del coraggio che sarebbe stato lecito attendersi. Unica nota in direzione forse opposta sarà Emoticon, spettacolo non nuovo a Roma di Paolo Civati. Chiuderanno Paolo Triestino e Nicola Pistoia con un testo di Gianni Clementi dall’emblematico titolo: Ben Hur

Nota di sicuro rilievo l’ingresso gratuito agli spettacoli, scelta che privilegia la nobiltà dell’operazione di raggiungere un pubblico vasto e popolare. Le serate inizieranno sempre alle ore 19 con laboratori e attività per bambini; inoltre vasto il programma degli incontri con scrittori e artisti della scena. Ci andremo, anche quest’anno, perché forse il coraggio di una prossima edizione dovrà essere una strada che riguarda tutti, noi compresi, e sarà da trovare insieme.

Simone Nebbia

Vai al programma completo

dal 13 al 18 luglio
Largo Pettazzoni
Roma
www.padiglioneludwig.it