Zaches Teatro al Pim – Spazio scenico di Milano con Il fascino dell’idiozia

zaches-teatro-il-fascino-dellidioziaIl Pim – Spazio Scenico di Milano ospita dal 26 al 29 Marzo Zaches Teatro con Il Fascino dell’idiozia. Progetto finalista del Premio Equilibrio 2009, lo spettacolo sembra essere un punto di svolta nell’estetica della compagnia. il gruppo si spoglia delle costruzioni immaginifiche e fantastiche che caratterizzavano i precedenti spettacoli Faustus!Faustus! e One Reel per focalizzare l’attenzione sulla produzione artistica di Goya e trarne una riflessione su corpo, spazio e immagini.

Dalle note di regia:

Cos’è che colpisce nel Goya delle Pitture Nere? Cosa rimane impresso nella mente distanziandosene? Che sapore si ferma in bocca? Un’indagine sulle atmosfere che abitano le Pitture Nere di Goya, restituite sulla scena attraverso la luce, il suono e il movimento. Un lavoro sulla percezione costretta dalla menomazione dei sensi. La stessa che Goya visse in seguito alla malattia che lo condusse alla sordità, durante la quale creò le Pitture Nere. I corpi sono concessi allo sguardo per sottrazione, strappati al buio, al silenzio e all’immobilità. Il fascino per le Pitture Nere è il fascino per l’idiozia, idiozia nel suo significato etimologico: la visione del mondo come universo personale, anzi privato e inafferrabile e quindi incompreso, fuori dalla normalità, dalla socialità, strano, idiota.

in scena
dal 26 al 29 marzo 2010
Pim – Spazio Scenico [vai al programma 2009/2010 del Pim]
Milano

a cura di Matteo Antonaci

Il fascino dell’idiozia
Regia, coreografia e drammaturgia del suono: Luana Gramegna
Scene e maschere: Francesco Givone
Drammaturgia: Zelda Marcus
Performers: Luana Gramegna, Chiara Innocenti, Enrica Zampetti
Video-Music&LiveElectronics: Stefano Ciardi
Voce: Enrica Zampetti
Organizzazione e Promozione: Enrica Zampetti
Una produzione 2009 di Zaches Teatro
Co-produzione Kilowatt festival 2009
Con il sostegno di Teatro Studio di Scandicci, C.R.T. Milano, Eruzioni Festival e
del Teatro Comunale Giovanni Papini di Pieve S. Stefano (AR)
Progetto finalista al Premio Equilibrio 2009 all’Auditorium Parco della Musica di
Roma