Un piccolo gioco senza conseguenze: al Teatro Italia The Kitchen Company

the-kitchen-company-un-piccolo-gioco-senza-conseguenze Questo spettacolo ha debuttato leggi la recensione

Torna a Roma la giovane compagnia fondata da Massimo e Chiesa e lo fa con un altro testo contemporaneo, una piéce del duo francese Jean Dell e Gerald Sibleyras. Dopo un testo emblema degli anni ’70 come Nemico di classe, i ragazzi di Chiesa tornano sul palco con la regia di Eleonora d’Urso cercando quanto meno di sconvolgere e divertire il pubblico del Teatro Italia, Nemico di classe spaccò la platea per la sua irruenta violenza facendo storcere la bocca a numerosi vegliardi, con Un piccolo gioco senza conseguenze.

Il testo al suo esordio parigino del 2003 ha collezionato ben tre premi Moliere e al debutto italiano, avvenuto questa estate al Festival di Spoleto, è stato visto da 1.414 spettatori nelle 15 repliche del Chiostro di San Nicolò. Certo a Roma la storia sarà un altra e raggiungere la massima capienza al Teatro Italia non è facile. La scelta del testo potrà comunque aiutare la compagnia inserendosi bene nel momento d’oro (in quanto a numero di produzioni perchè i risultati poi sono alterni) che gli autori francesi stanno avendo in Italia grazie a progetti come Face à Face e a spettacoli come Il Dio della Carneficina di Yasmina Reza.

L’atmosfera d’altronde è quella tipica della commedia francese contemporanea: incentrata sull’analisi delle dinamiche di coppia, con ironia e leggerezza, tratto tipico anche di altri autori d’oltralpe contemporanei come Margulies, la piéce mostrerà come partendo da una bugia creata per gioco le vite dei protagonisti possano cambiare radicalmente.

Se la regia della Durso e il testo di Jean Dell e Gerald Sibleyras riusciranno a sprigionare divertimento e verità osando senza paura come fu per Nemico di classe lo sapremo solo dopo il debutto del 6 aprile al Teatro Italia, per adesso ci accontentiamo del trailer video creato per la promozione dello spettacolo a Spoleto:

a cura di Andrea Pocosgnich

in scena
dal 6 al 25 aprile 2010
Teatro Italia
Roma

Un piccolo gioco senza conseguenze
di Jean Dell e Gerald Sibleyras
traduzione di Giulia Serafini
5 Premi Moliere 2003
regia di Eleonora d’Urso
abiti di scena di Valentino, Ermenegildo Zegna, Henry Cotton’s
canzoni e musiche originali di Maria Pierantoni Giua
luci di Raffaele Perin
foto di scena di Emanule Berardi

Agente letterario Paola D’Arborio
www.darborio.it

personaggi e interpreti
Luca Avagliano è Bruno
Ilaria Falini è Chiara
Daniele Parisi è Sergio
Daria D’Aloia è Alessia
Diego Venditti è Patrizio

Questo spettacolo ha debuttato leggi la recensione

Prima rappresentazione
27 Giugno 2009, Spoleto, Chiostro di San Nicolò