Il bando per D.X.M.02_Deus ex Machina – la tecnologia applicata alle arti performative: ecco l’appello per l’edizione 2010 del festival

deus-ex-machina-2I preparativi per la seconda edizione del festival Deus ex Machina, ospitato dal Kollatino Underground di Roma, sono già in corso. Ideato e curato da Mauro Petruzziello e Chiara Crupi, Deus ex Machina non vuole essere una semplice rassegna di spettacoli legati alle nuove tecnologie, ma si propone come una piattaforma di monitoraggio, un luogo di incontro tra teatro, danza e arte, artisti, critici e studiosi dei linguaggi scenici. L’intento è quello di creare una rete attiva e in costante espansione capace di fotografare i potenziali influssi che l’evoluzione tecnologica apporta nella sfera artistica.

Una tematica che trova sempre più urgenza poiché ridefinisce la percezione estetica e il senso stesso del fare teatro interrogandosi non solo sulle nuove possibilità della creazione artistica ma anche sulle successive modalità di fruizione dell’opera. Trasgressione dei quadri disciplinari in cui sono rinchiuse le diverse arti, manipolazione e alterazione percettiva dello spazio, interazione tra corpo, video o ologramma, manipolazione del suono attraverso nuovi strumenti tecnologici sono soltanto alcune delle tematiche emerse nella prima edizione del festival attraverso gli spettacoli di Keramik Papier, Teatrino Elettrico e Los Dos Pesados, l’incontro con il collettivo romano Santasangre e la costruzione di un osservatorio critico supervisionato da Valentina Valentini (docente presso il dipartimento di Arti e Scienze dello Spettacolo, Università La Sapienza di Roma).

Anche quest’anno, in vista della sua seconda edizione, Deus Ex Machina lancia un appello a tutte le compagnie e gli artisti che si sentano legati a tale percorso di ricerca, ecco i criteri per partecipare:

1_D.x.M.02 è aperto a tutti.
2_Sono ammesse tutte le forme di espressione artistica interattiva e/o multimediale: spettacoli
dal vivo, performance, teatro, danza, musica, installazioni, video, arti visive.
3_I partecipanti dovranno costruire e smontare il proprio spazio scenico perfomativo o l’installazione da loro proposta.
4_Gli artisti saranno supportati dallo staff tecnico del Kollatino Underground, ma dovranno essere
autosufficienti per quanto riguarda datore luci, fonica e la reperibilità del materiale di scena.
5_I progetti dovranno pervenire entro il 20.04.2010 (fa fede il timbro postale). L’organizzazione comunicherà l’esito delle selezioni.
6_I progetti devono essere presentati in max due cartelle, con scheda tecnica e materiale illustrativo, come disegni, foto, cd audio, cd rom, dvd contenenti l’intero spettacolo.
7_I progetti devono pervenire corredati da Cv e info dettagliate artista e/o gruppo etc.
8_Gli spettacoli, direttamente visionati dalla direzione artistica del progetto D.x.M.02_DEUS EX MACHINA_la tecnologia applicata alle arti performative_ saranno scelti in base alla congruenza
con l’appello.
9_Il materiale pervenuto non sarà restituito, e verrà archiviato per future collaborazioni.
10_Ogni spettacolo prevede il compenso del 70% della biglietteria dello spettacolo.

a cura di Matteo Antonaci

Vai al bando completo