Le Fiabe Italiane di Turturro al Teatro Carignano di Torino dal 19 gennaio e dopo il debutto Napoli e Milano

john-turturro-fiabe-italianeQuando un attore del calibro di John Turturro torna al teatro l’aspettativa non può che essere alta. L’artista italo-americano porta con sé inevitabilmente una scia di sapori hollywoodiani. Ma Turturro, attore prescelto da registi come da Spike Lee o i fratelli Cohen, aveva già calcato i palchi italiani nel 2006 quando portò al Mercadante di Napoli una sua versione di Questi Fantasmi, celebre commedia di Eduardo De Filippo, lo spettacolo si intitolava Souls of Naples .

Ora Turturro torna in Italia con un altro autore classico: Italo Calvino. Grazie alla collaborazione tra gli stabili di Torino e Napoli e il Mibac (Ministero dei Beni Culturali) è nata la produzione di Fiabe italiane (Italian Folktales), liberamente ispirato alle Fiabe italiane di Italo Calvino e alle favole di Giambattista Basile e Giuseppe Pitrè. per la drammaturgia Turturro, che firma anche la regia, ha collaborato con Katherine Borowitz, Carl Capotorto e Max Casella.

Lo spettacolo si preannuncia come uno spaccato di un’Italia ormai sparita, una realtà difficile e dura della vita quotidiana, un ritratto ancestrale del nostro paese. Turturro si avvarrà anche della musica suonata dal vivo dalla Compagnia Artistica “La Paranza del Geco”, dei costumi e oggetti di scena di Daniela Dal Cin e delle scenografie di Carmelo Giammello.

Il progetto, realizzato anche per l’occasione del 300° anniversario del Teatro Carignano di Torino, debutterà in prima nazionale il 19 gennaio proprio al Carignano per poi spostarsi in tournée a Napoli (Teatro San Ferdinando 2 – 7 febbraio) e Milano (Teatro Strehler, 9 – 14 febbraio). A Torino, oltre alle repliche dello spettacolo sono diverse le iniziative organizzate per celebrare e analizzare il lavoro dell’attore americano: Il Museo Nazionale del Cinema organizza dal 23 al 26 gennaio 2010 “Tra Palermo e Brooklyn. Omaggio a John Turturro”, retrospettiva dei suoi film, Il DAMS della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Torino gli dedicherà una giornata di studi e gli allievi della Scuola per attori del Teatro Stabile di Torino avranno la possibilità di seguire un seminario tenuto dallo stesso attore newyorkese.

Tornando a questo Italian Folktales andiamo a scoprire la genesi del progetto dalle parole del suo ideatore John Turturro:

Ho scelto le Fiabe italiane perché sono state il primo regalo ricevuto da mia moglie Katherine Borowitz, quando eravamo ancora fidanzati. Sono un grande estimatore delle opere di Calvino e proprio come per lui, che aveva avuto difficoltà nel vagliare quali fiabe adattare, anche per noi è stato difficile selezionare favole che fossero in grado di coesistere e di supportarsi a vicenda. Alla fine, abbiamo scelto La scuola della Salamanca, Il principe granchio, Le tre raccoglitrici di cicoria, Salta nel mio sacco! (da Calvino); Il racconto dell’orco, La vecchia scorticata, I due fratelli (da Basile); La pupidda (da Pitrè). Poi Katherine, Carl Capotorto, Max Casella e io le abbiamo adattate in una forma idonea alla messa in scena. Il nostro intento era quello di intrecciare le storie in un’unica sessione teatrale, e non di presentarle separatamente. Trovo irresistibili la parsimonia e la bellezza delle fiabe. Sono storie piene di grazia e al tempo stesso umili, sono lo specchio di un’Italia senza confini, un continente più che una nazione. Il loro è un afflato universale che trascende tempo e luogo. Sono l’espressione di una realtà dura e poverissima; cercano di ridare speranza a chi non ne ha, rendendo la loro esistenza più sopportabile.
Oggi essere il primo che riesce a mettere in scena Fiabe italiane è un onore che mi è difficile descrivere. Anche perché, prima di me, ci aveva provato il grande Federico Fellini. Negli anni Settanta lui e Calvino si erano incontrati più volte per discutere il progetto, mai andato in porto.

in scena
dal 19 gennaio al 31 gennaio 2010
Teatro Carignano [vai al programma 2009/2010 del Teatro Carignano – Stabile di Torino]
Torino

Fiabe italiane (Italian Folktales)
spettacolo con soprattitoli in italiano
liberamente ispirato alle Fiabe italiane di Italo Calvino
e alle favole di Giambattista Basile e Giuseppe Pitrè
scritto da Katherine Borowitz, Carl Capotorto, Max Casella e John Turturro
con Jess Barbagallo, Katherine Borowitz, Max Casella, Richard Easton, Erika La ragione, Aurora Quattrocchi, Giuliano Scarpinato, Aida Turturro, Diego Turturro, John Turturro
regia John Turturro
scene Carmelo Giammello
costumi e oggetti di scena Daniela Dal Cin
luci Luca Bronzo
musiche eseguite da vivo dalla Compagnia Artistica La Paranza del Geco, Simone Campa, Sergio Caputo, Angelo Palma, Giuseppe Ranieri
assistente alla regia Paola Rota
Fondazione del Teatro Stabile di Torino
in collaborazione con Teatro Stabile di Napoli
Progetto Speciale con il sostegno del MiBAC

prossime date per Fiabe italiane (Italian Folktales)
Napoli 2 – 7 febbraio 2010 – Teatro San Ferdinando [vai al programma 2009/2010 del San Ferdinando – Teatro Stabile di Napoli]
Milano 9 – 14 febbraio 2010 – Teatro Strehler [vai al programma 2009/2010 del Teatro Strehler – Piccolo Teatro di Milano]