Antonio Latella al Nuovo Teatro Nuovo di Napoli con Don Chisciotte e (H) L_Dopa

antonio_latellaCi siamo quasi, uno dei momenti più attesi di questa stagione teatrale sta arrivando e noi di TeatroeCritica.net non potevamo mancare all’appuntamento, non potevamo lasciarvi in balia del Santo e grasso Natale senza la presentazione dei due nuovi lavori di Antonio Latella. Il regista, ormai italo-tedesco visto il suo trasferimento a Berlino, debutterà al Nuovo Teatro Nuovo di Napoli il 26 dicembre con Don Chisciotte e presenterà il 5 gennaio (H) L_Dopa, ma la novità non è solo in questo doppio appuntamento, Latella infatti da gennaio 2010 sarà anche il nuovo direttore artistico del Nuovo Teatro Nuovo.

In un’intervista apparsa sull’ultimo numero del Venerdì di Repubblica il regista afferma a Rodolfo Di Giammarco:

Voglio sperimentare in Italia il modello tedesco di gestione di un teatro, fondare nei Quartieri Spagnoli di Napoli una casa della cultura popolare per un pubblico indistintamente proletario, borghese e di punkabbestia. Un luogo della comunicazione ripensato come atto pubblico dello stare assieme più che come cantiere artistico d’approfondimento.

Nella stessa intervista Latella spiega di voler creare una stagione che metta in evidenza il teatro contemporaneo, quello insomma che si occupa del presente, ma anche quello classico, determinante per l’insegnamento della grammatica teatrale al pubblico. Non manca poi nei progetti dell’artista nato a Castellammare di Stabia l’idea di una compagnia stabile alla quale affidare le nuove produzioni pensate dal teatro.

Tornando invece al presente, ovvero a quello che da qui a due giorni succederà sul palco napoletano, Latella con il testo di Cervantes indaga tra gli stati della malattia e della follia. Ne viene fuori un Don Chisciotte “a 2 voci, con Cervantes usato come canovaccio per alternare frammenti di vita reale e personale”. Le due voci indicate da Latella saranno quelle di Massimo Bellini e Stefano Laguni, a Federico Bellini è invece stata affidata la stesura drammaturgica.

Ancor più profondamente nel tema della malattia si agitano le pulsioni dell’altro spettacolo che l’artista campano porterà al Nuovo, (H) L_Dopa, con uno sviluppo, in questo caso, molto più corale del Don Chisciotte, in scena infatti ci saranno 14 attori provenienti da 5 nazioni diverse.

In questo viaggio, cominciato con gli attori da un anno, abbiamo capito che provare a raccontare il malato attraverso un percorso psichico di analisi e di finta ricostruzione di un realismo, sarebbe stata la strada meno corretta da un punto di vista etico: nessun attore può, nonostante il proprio talento, dare verità al dolore vero, sarebbe troppo pericoloso e in alcuni casi anche banalmente consolatorio.
Non esiste una risposta che vada bene per tutti, non esiste una medicina generica che possa curare tutti, anche se affetti dallo stesso male.
L_DOPA non salva la vita, può modificarla, piegarla, mutarla, ma non guarirla.
Tutto accade in proscenio e solo quando ci addentriamo nel sogno, riprendiamo possesso del teatro, come ci hanno insegnato i grandi autori, che danno voce al “SOGNO DI UNA VITA” per non farci sentire soli.
Antonio Latella

[vai al programma 2009/2010 del nuovo Teatro Nuovo di Napoli]

dal 26 dicembre 2009 al 24 gennaio 2010
Nuovo Teatro Nuovo
DON CHISCIOTTE
drammaturgia F. Bellini
con Massimo Bellini e Stefano Laguni
disegno luci Giorgio Cervesi Ripa
realizzazione scena Clelio Alfinito
realizzazione costumi Cinzia Virguti
assistente volontaria Lucrezia Spiezio
foto di scena Brunella Giolivo
regista assistente Tommaso Tuzzoli
regia Antonio Latella

DAL 5 al 24 gennaio 2010
NUOVO TEATRO NUOVO
con la partecipazione di
DeVIR-CAPa Centro de Artes Performativas do Algarve
(H) L_DOPA
drammaturgia di gruppo a cura di Antonio Latella e Linda Dalisi
con Alexandre Aflalo, Jean-François Bourinet, Paula Diogo, Estelle Franco, Julián Fuentes Reta, Natalia Hernandez Arévalo, Dominique Pattuelli, Luís Godinho, Valentina Gristina, Daniela Labbé Cabrera, Emiliano Masala, Martim Pedroso, Daniele Pilli, Ana Portolés
scene e costumi Fabio Sonnino
musiche Franco Visioli
disegno luci Giorgio Cervesi Ripa
trainer e movimenti scenici Francesco Manetti
coreografie di gruppo a cura di Alexandre Aflalo, Antonio Latella e Francesco Manetti
realizzazione costumi Cinzia Virguti
foto di scena Brunella Giolivo
realizzazione video N.F.I. Napoli Festival Imagine
assistente alla regia Catherine Schumann
regia Antonio Latella