Festival Pontedera 2009: al Teatro Era un incontro tra culture

Roberto Castello, Aldes: Nel disastro frammenti - foto di Claudio di Paolo
Roberto Castello, Aldes: Nel disastro frammenti – foto di Claudio di Paolo

La tenda di Abramo. Festival di cultura teatrale intimamente aperto al mondo. Con questo titolo parte quest’anno il festival di pontedera per il secondo anno nel nuovo Teatro Era.
e’ un dato di fatto che la Fondazione pontedera teatro dalla sua nascita ha avuto un ruolo centrale nell’accoglienza di culture teatrali internazionali. Dunque anche con questo obiettivo si apre il 20 ottobre la rassegna teatrale toscana.

Roberto Bacci, direttore artistico del festival, sottolinea come la manifestazione sia un punto di incontro:

Il Teatro Era, ovvero la “Tenda di Abramo”, si apre per il secondo anno agli ospiti (artisti e spettatori) che giungeranno da diverse parti dell’Italia e del Mondo.
Giungeranno con i loro spettacoli per parlare e parlarsi,
per scambiare esperienze e riflessioni su chi siamo, perché siamo e come siamo.
Il teatro, la danza, la musica e la parola saranno gli strumenti per dialogare,
per un incontro possibile con la bellezza, con la leggerezza e con la sensibilità
che l’uomo può avere verso un altro uomo.
Tutto questo è ancora possibile, oggi?
Sta a noi renderlo possibile o, perlomeno, provarci

Dewey Dell: Baldassarre
Dewey Dell: Baldassarre

Quest’anno a Pontedera dall’estero arriva anche la musica, dal Senegal Badara Seck/Badamj Ensemble e il progetto Xew Xewu Senegal. Dall’Argentina il teatro di César Brie con Il mare in tasca, dalla Lituania Oskaras Korsunovas con Sogno di una notte di mezza estate Interessante anche il doppio appuntamento con il Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards che presenterà due spettacoli basati su testi di Allen Ginsberg.

ll programma colpisce in questa edizione per la grande varietà capace di mettere insieme due dei massimi esponenti del teatro di narrazione come Ascanio Celestini e Marco Paolini con compagnie come Dewey Dell (alla quale il Festival dedica tre interi giorni di spettacoli incontri e proiezioni), e poi l’ultimo lavoro Di Fortebraccio Teatro su Iago, Desdemona e Otello, lo studio di Claudio Morganti su Woyzeck, la Compagnia Laboratorio di Pontedera con Mutando Riposa, l’ Associazione Teatro di Buti. Non manca lo spazio per la danza (Virgilio Sieni, Roberto Castello, Raffaella Giordano) e una serie di incontri e seminari.

Vai al programma degli spettacoli

Vai al programma degli incontri e seminari

dal 20 ottobre al 21 novembre
Teatro Era
Pontedera