In altre parole 2009: Teatro Lo Spazio – Rassegna di drammaturgia contemporanea internazionale

teatro-lo-spazio

Teatro LoSpazio 17 settembre ore 19.30

Per il bene di tutti

di e a cura di Francesco Randazzo

con Giovanni Carta, Emanuela Trovato, Francesco Sala, Walter Da Pozzo, Silvia Cippitelli, Gianluca Bianchini, Adriano Davi, Annalisa Paolucci

Persone normali, in un normale paesino di provincia, una provincia al confine. Dall’altra parte gli altri: pericolosi per definizione. Uomini anche loro, come gli abitanti del paese, ma diversi, stranieri e soprattutto indesiderati. Al di là della religione e dell’umana solidarietà, principi validi in teoria e a distanza di sicurezza, tutti nel paese sono d’accordo. E si organizzano. Formano dei gruppi, una piccola ma motivatissima milizia anti-immigrati, ronde notturne a guardia della riva del fiume che fa da confine. Determinati a non fare passare nessuno.

Teatro LoSpazio 17 settembre ore 21.30

Sette bambine ebree

di Caryl Churchill

trad. di Masolino D’amico

con Giorgina Cantalini, Clara Costanzo, Rossana Veracierta, Caterina Intelisano, Brunilde Maffucci, Matilde Piana, Rebecca Braccialarghe

a cura di Francesco Randazzo

Sette adulti (genitori o familiari) suggeriscono cosa dire ad una bambina. Sette differenti bambine ebree, di epoche differenti. Dall’Olocausto ai fatti di Gaza.

Attraverso la percussività della continua ripetizione conativa “Ditele…” e “Non ditele…” si attraversano la storia e le contraddizioni della coscienza di un popolo, dall’essere vittima alla trasformazione nel suo contrario, in continua alternanza. “Ho dunque immaginato sette donne, tutte madri e figlie, tutte allo stesso tempo mittenti e destinatarie dei brevi monologhi che si sfilano come nella collana di un retaggio che si sfalda e riafferma continuamente, a qualunque costo”.

Teatro LoSpazio 17 settembre ore 22

Viaggio verso Enoch

di Hadrien Raccah

trad. di Alessandra Lepore

con Fosca Banchelli, Mario Di Fonzo,

a cura di Manuel Fiorentini

È la storia di due fratelli diversi in tutto ma accomunati dall’amore per la stessa donna, misteriosa e sublime. Ma è anche la storia di sogni spezzati, mentre si viaggia alla volta di Enoch, città immaginaria, città perduta.

Teatro LoSpazio 18 settembre ore 19,45

Quattro!

di Enrico Luttmann

con Marta Altinier, Paola Bonesi, Marco Casazza, Enrico Luttmann

a cura di Marco Casazza

Un bancario immaturo e donnaiolo e un aspirante romanziere ipersensibile; una assistente odontotecnica cinica e mangiauomini e una pittrice dall’animo romantico e lo stomaco debole… Metteteli tutti insieme (ma a giorni alterni, per dividere l’affitto) in un appartamento che sarà studio d’artista o pied-à-terre a seconda del giorno (o della notte) della settimana, agitate (non è difficile, sono già parecchio agitati loro), et voilà: otterrete un triangolo che in realtà è un quadrilatero, ma funziona come un triangolo… Insomma: Quattro!

Teatro LoSpazio 18 settembre ore 22

Abramo Lincoln va a teatro

di Larry Tremblay

trad. di Paola De Vergori e Mirna Molli

con Gianni Giuliano, Paolo Ricchi, Andrea Giuliano

a cura di Bianca Pesce

Il venerdì santo 1865, John Wilkes Booth, attore, assassina il presidente Abramo Lincoln che assisteva con la moglie ad una replica de Il nostro cugino americano, pièce di cui avremmo dimenticato titolo e autore, se non ci fosse stato questo delitto… Mark Killman, regista temuto e ammirato dai suoi colleghi, s’ispira a questo evento storico per una farsa sulla schizofrenia… Il regista chiama due attori a cui propone di interpretare il famoso duo di Stanlio e Ollio. Killman si riserva il ruolo di statua di cera del presidente. Perché il regista è così interessato a questa tragedia politica? Perché sceglie la dimensione comica per parlarne? E cosa nasconde realmente la statua di cera?

Teatro LoSpazio 19 settembre ore 19,30

Coppie

di Frédéric Blanchette

trad. di Paola De Vergori

con Sabrina Balice, Gian Luca Bianchini, Adriano Davi, Brunilde Maffucci

a cura di Giorgina Cantalini

“Non ci sono relazioni umane così teatralmente ricche come la coppia” – scrive Blanchette. “In una coppia, grazie ad una frase, si può già immaginare un mondo, un passato, un’intimità”. I temi affrontati, in maniera leggera ma mai banale, divertente eppure acutissima, nei brevi sketches che compongono questa scintillante pièce, sono numerosissimi: la separazione e l’infedeltà; l’amore a distanza e l’affermazione di sé. “I personaggi sono esseri che esitano a investire se stessi nel presente, pensando di poter sempre trovare di meglio altrove”. Di là l’assurdo e il patetico delle situazioni in cui tali personaggi s’immergono…

Teatro LoSpazio 19 settembre ore 22

2.24

di Pascual Carbonell & Jerónimo Cornelles

trad. di Antonia Mele

con Mauro Mandolini e Elisa Di Eusanio

a cura di Gianluca Ramazzotti

Lui è un uomo non più giovane, sposato, con una figlia, poco attraente. Lei è una donna non più giovane, alta e magra: una donna che guarda senza guardare. Ogni sera i due si ritrovano nello stesso metrò e per due minuti e ventiquattro secondi, sono da soli. Un giorno qualunque, un foglio di carta scivola via dalla valigetta di lui. Il caso? La volontà? Inizia così uno scambio epistolare che ha il ritmo di un tango sensuale e letale.

Teatro LoSpazio 20 settembre ore 19,30

La Guida dell’Ermitage

di Herbert Morote

trad. di Francesca Cornelio

con Maurizio Palladino, Bruno Viola, Paola Surace

a cura di Vittorio Pavoncello

in coll. con l’Associazione ECAD

Prima che i tedeschi completassero l’assedio a Leningrado, il governo sovietico riuscì a trasferire agli Urali tutte le opere del Museo Hermitage. Una guida di tale museo, decise di continuare le visite guidate e di spiegare comunque i quadri non più appesi alle pareti, e lo fece con tale bravura   e passione che i visitatori finivano per vederli, apprezzarli e commentarli.

Teatro LoSpazio 20 settembre ore 22

Oh Mio Dio!

di Anat Gov

trad. di Enrico Luttman e Pino Tierno

con Pietro Bontempo, Sonia Barbadoro, Fabio Maffei

a cura di Luca De Bei

Ella, psicoterapeuta, convince il figlio autistico a passare qualche ora in compagnia della ragazza che lo assiste, in quanto ha ricevuto all’ultimo momento la telefonata di un paziente che esige di esser ricevuto subito, pena gravi conseguenze per tutti. Quale sarà la sua sorpresa quando la donna si renderà conto che a chiederle aiuto è niente di meno che…Dio? Dio che minaccia un nuovo diluvio universale nel caso Ella non sia in grado di curarne una depressione che dura da qualche centinaio d’anni. Un incontro divertentissimo e toccante per un finale…da fine del mondo.

Caffè letterario Simposio 7 Ottobre ore 22

Duel

di Marie-Thérèse Quinton

trad. di Mirna Molli

dal romanzo di John Peyton-Cooke

con Ernesto D’Argenio, Giacomo Rosselli

a cura di Giacomo Rosselli

Sconvolto dal proprio comportamento sul lavoro, un giovane poliziotto decide di mettere fine ai suoi giorni. All’ultimo momento, decide però di chiamare una sorta di ‘Telefono Amico’, specializzato nei casi di aspiranti suicidi. A rispondergli dall’altra parte c’è Maurice; colui che è lì apposta per aiutarlo, per ascoltarlo. Apparentemente. Da quel momento fra i due ha inizio un ‘duello’ dai risvolti inquietanti e imprevedibili…Tratto da un romanzo poliziesco di successo, After you’ve gone di John Peyton Cook.

Caffè letterario Simposio 8 ottobre ore 22

Gli antichi odori

di Michel Tremblay

trad. di Pino Tierno

lettura a cura di Salvatore Cardone

Intanto che suo padre è in fase terminale all’ospedale, un giovane attore cerca conforto presso il suo compagno di un tempo, professore di lettere e aspirante scrittore, che lui stesso ha lasciato dopo qualche anno di vita in comune. Questo incontro sarà l’occasione per fare un bilancio del loro rapporto e della loro vita, adesso.


Tavola rotonda dal titolo “Teatro di Babele – le lingue della scena”

Intervengono: Gian Maria Cervo, Enrico Luttmann, Francesco Randazzo, Pino Tierno, Flavia Tolnay

Biblioteca Nazionale centrale di Roma - 1 ottobre ore 11.30

Locations

TeatroLoSpazio.it www.teatrolospazio.it

Roma, Via Locri 42/44, (traversa di via Sannio, Metro San Giovanni). Locale climatizzato

Ingresso gratuito + tessera associativa trimestrale 3 Euro

Gli uffici sono aperti il pomeriggio, il botteghino un’ora prima dello spettacolo. Prenotazioni per il pubblico e informazioni 06 77076486 – info@teatrolospazio.it


Caffè Letterario Simposio

Via dei Latini 11 Roma

Ingresso gratuito

Biblioteca Nazionale

Viale Castro Pretorio 105 – 00185 Roma

Tel. +39 06 49891.

Ingresso libero