Shen Wei Dance Arts

shen-wei-dance-artsShen Wei Dance Arts
Map
coreografia, scene e costumi Shen Wei
musica Steve Reich
luci Scott Bolman e Jennifer Tipton

Folding
coreografia, ideazione, costumi, scene e trucco Shen Wei
musica John Tavener e canti buddisti tibetani
luci David Ferri

Tournée italiana organizzata da ATER

Oriente e occidente si fondono nel personalissimo linguaggio contemporaneo di Shen Wei, coreografo, ballerino, pittore e designer, considerato dalla critica internazionale come uno degli artisti più espressivi e creativi del momento.
Per la prima volta a Milano, Shen Wei presenta al Piccolo Teatro due coreografie: Map e Folding.

In Map, sulla composizione minimalista di The Desert Music di Steve Reich, cinque sequenze esplorano la geografia dei movimenti che Shen Wei pone alla base delle sue coreografie: rotazioni, salti, movimenti circolari.
Una danza astratta nella quale si fondono elementi narrativi e visivi tipici del teatro, dell’opera cinese, della filosofia orientale, dell’arte visiva tradizionale e contemporanea e della scultura.

Folding, coreografia creata in Cina per la Guandong Modern Dance Company, è costruita intorno all’idea del piegare.
Si tratta di un lavoro nutrito di una raffinatissima lentezza orientale, quasi un’installazione danzata.
I corpi dei danzatori, vestiti di rosso vivo e nero, sono accompagnati da canti buddhisti tibetani e dalle morbide atmosfere del compositore John Tavener. Dietro di loro l’ampio fondale dipinto a mano allude a un acquarello del XVIII secolo ed evoca il mare, mentre un pavimento riflettente crea l’effetto di uno specchio d’acqua.