Epta

epta-nicola-piovaniNICOLA PIOVANI

EPTA
Suite strumentale in sette movimenti per sette elementi
musica Nicola Piovani
flauto Alessio Mancini
sassofono/clarinetto Luca Velotti
fisarmonica Fabio Ceccarelli
violoncello Ester Nagypal
contrabbasso Andrea Avena
percussioni e batteria Ivan Gambini
pianoforte Nicola Piovani
consulenza ai testi Piergiorgio Odifreddi
consulenza al suono Fabio Venturi
elementi scenici Maria Rossi Franchi
voci registrate Piergiorgio Odifreddi, Omero Antonutti, Ascanio Celestini, Mariano Rigillo, Vincenzo Cerami, Gigi Proietti
produzione Compagnia dell’Ambra

Epta è una suite orchestrale per sette i musicisti che eseguono un ciclo di sette movimenti, scanditi da sette interventi di voci registrate che recitano frammenti di varia derivazione ispirati al numero sette, al suo fascino nella tradizione poetica, mitologica, biblica e nella matematica contemporanea. Dai Sette contro Tebe (Eschilo) alla Danza dei sette veli (Wilde), dal Settimo sigillo a Shakespeare, Carducci, Pitagora, Odifreddi. Sulla scena, proiettati, campeggiano i numeri che scandiscono i sette movimenti. Ognuno dei sette brani ha uno strumento principale che, da protagonista, dialoga con gli altri sei. nel sottotesto della composizione c’è, per Piovani, il desiderio di dare forma sul pentagramma a una passione caotica e irrisolvibile: “ quella passione che si agita ogni volta che cerchiamo di guardare più in là di quel che ci è dato vedere e capire, come Sant’Agostino in riva al mare.”