SEGUICI SU Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google Plus

LATEST NEWS



Bandi » Comunicati »

[27 feb 2015 | No Comment | Redazione ]
Assemblaggi provvisori – Bando alla Tenuta dello Scompiglio

Alla Tenuta dello Scompiglio di Lucca si selezionano creazioni artistiche per Assemblaggi provvisori fino al 27 aprile 2015. In che modo le convenzioni, le costruzioni sociali e culturali, interferiscono con l’identità? Artisti, rispondete!

Comunicati » Politiche » Teatro News »

[24 feb 2015 | No Comment | ]
Teatri Nazionali: le scelte della commissione prosa

Teatri Nazionali: l’ufficio stampa del Mibact ha diffuso l’elenco dei teatri Nazionali scelti dalla commissione…

Articoli » Recensioni »

[24 feb 2015 | No Comment | Viviana Raciti ]
Accorsi e Baliani. A Boccaccio, da lontano

Tramutando i segni dal libro al palco dell’Ambra Jovinelli, diretto da Marco Baliani, il racconto diviene rappresentazione di una compagnia girovaga, il cui colorato carro-camper risponde ai diversi luoghi dell’azione scenica ed è quasi un gioco da bambini da aprire e smontare, sul quale arrampicarsi e fingere di osservare tutti da un giardino…

Bandi » Comunicati »

[23 feb 2015 | No Comment | Redazione ]
Bando residenze Verdecoprente 2015

Il bando si rivolge pertanto alla progettualità, alla produzione e alla ricerca nell’ambito di pratiche performative e narrative in area professionale, legate a progetti di drammaturgia contemporanea a vocazione inter e multidisciplinare…

Articoli » Recensioni »

[23 feb 2015 | No Comment | Alessandro Iachino ]
Harold Pinter e la Serra del Potere

È l’ironia la cifra scelta da Marco Plini nella messa in scena de La Serra di Harold Pinter, testo tra i meno noti del premio Nobel 2005: un taglio satirico brillantemente applicato nel finale che è però il risultato di un’operazione a tratti troppo aperta al farsesco…

Articoli » Video Teatro »

[22 feb 2015 | No Comment | Redazione ]
Teatro in video. Luca Ronconi, Quer pasticciaccio brutto de via Merulana

«Uso il testo così com’è, senza mediazioni drammaturgiche, lasciandogli la sua autonomia di romanzo. Per questioni di durata ho fatto molti tagli, ma non cambio una sillaba. Attribuisco le pagine ora a questo ora a quel personaggio: chi dialoga, chi racconta, chi testimonia…